VIDEO GALLERY

Cervia: la città del sale e del mare

 

Un gioiello di centro storico, il portocanale e le caratteristiche mariegole, le lunghe spiagge impeccabili, i musei e la cultura, le magnifiche pinete e le tradizioni del sale, il prezioso oro bianco di Cervia.

Codigoro: la città degli aironi

 

La tranquillità, le dolci passeggiate in bicicletta, la maestosa e solenne Abbazia di Pomposa adagiata nella verde pianura, la secolare storia delle bonifiche e dell'evoluzione dell'ambiente e delle genti raccontata dalle Idrovore e le valli salmastre con i vecchi casoni di pesca, angoli di paradiso per amanti della natura e birdwatchers.

Goro: in viaggio verso l'Isola dell'Amore

 

La Sacca di Goro, una mezzaluna tra mare e laguna culla della vongola verace, la Lanterna Vecchia, antico faro punto di confine tra terra e acqua oggi trasformato in osservatorio naturalistico, e l'incontaminata, selvaggia e libera Isola dell'Amore, una lingua di sabbia da raggiungere solo via mare.

Mesola: alla scoperta della grande tenuta estense

 

Il Castello della Mesola, sontuoso edificio a metà tra fortezza e signorile dimora della Corte Estense, oggi sede dell' interattivo Museo del Cervo e del Bosco della Mesola che narra il rapporto tra delizia e Territorio, l'Oasi Naturale di Torre Abate, con luce e colori struggenti, stormi di uccelli e tanta pace e tranquillità, l'inconsueto e singolare paesaggio delle paleodune di Massenzatica e l'imponente sbarramento dei bunker tedeschi della "Linea Gengis Khan".

Lagosanto: lungo la Via del Sale

 

Un tempo chiamato Fiume, poi Lago e infine Lagosanto, in quanto antica dimora di Sant'Appiano, che verso il 1000 qui abitò. Piccolo borgo plasmato dalle bonifiche, oggi raccontate nell'ottocentesco Impianto Idrovoro di Marozzo, Museo e Casa della Memoria, a testimonianza della secolare ricerca di equilibrio tra uomo, terra e acqua!

Ostellato: tra natura e storia

 

Il secolare campanile al margine del paese a testimonianza di un antico passato così come la romanica Pieve di San Giorgio, attorno alla quale aleggiano racconti e leggende di un'antica fonte miracolosa meta di pellegrini devoti. Una storia che si intreccia al paesaggio, alla natura e all'Oasi Naturalistica delle Vallette, unico residuo delle antiche valli che prima delle bonifiche abbracciavano il paese e oggi luogo d'eccellenza per rigenerare lo spirito, il corpo e la mente. 

Video realizzati nell’ambito del progetto a Regia diretta del GAL 19.2.02.14B DESTINAZIONE TURISTICA DELTA DEL PO finanziato attraverso il Programma di Sviluppo Rurale Regione Emilia-Romagna 2014-2020 - Misura 19 – Sostegno allo Sviluppo locale Leader.